HOME PAGE
PUBBLICAZIONI
INCONTRI BIBLIOSITOGRAFIA SCUOLA
CV
E-MAIL
ADALINDA GASPARINI              PSICOANALISI E FAVOLE



LA CERVA FATATA LA CERVA FATATA THE ENCHANTED DOE
NAPOLETANO LETTERARIO - 1634-1636
ITALIANO - 2014
INGLESE - 1911

Era na vota no cierto re de Longa Pergola, chiammato Iannone, lo quale, avenno gran desederio de avere figlie, faceva pregare sempre li dei che facessero 'ntorzare la panza a la mogliere; e, perché se movessero a darele sto contiento, era tanto caritativo de li pellegrine, che le dava pe fi' a le visole. Ma vedenno all'utemo che le cose ievano a luongo e non c'era termene de 'ncriare na sporchia, serraie la porta a martiello e tirava de valestra a chi 'nce accostava. C'era una volta un certo re di Pergola Lunga, chiamato Iannone, il quale, desiderando grandemente dei figli, faceva sempre pregare gli dei perché facessero gonfiare la pancia a sua moglie e, affinché si muovessero per esaudire questo suo desiderio, era tanto caritatevole con i pellegrini che gli dava quanto di meglio si trovava nel suo tesoro: ma siccome a un certo punto vide che le cose andavano per le lunghe e non c'era verso che gli spuntasse nemmeno un germoglio, chiuse la porta a chiave e tirava di balestra a chi vi si avvicinava. There was once a certain King of Long Pergola named Iannone, who, desiring greatly to have children, continually made prayers to the gods that they would swell his wife's bell; and, in order to grant him this satisfaction, he was so charitable to pilgrims that he gave them the best of his treasure; but seeing, at last, that these things went on and on and that he could never beget just a little bud, he bolted his door, and shot with a crossbow at all who came near.
Pe la quale cosa, passanno no gran varvante da chella terra e non sapenno la mutata de registro de lo re, o puro sapennola e volennoce remmediare, iuto a trovare Iannone, lo pregaie a darele recietto ne la casa soia; lo quale co na cera brosca e co na gronna terribele le disse: «Si n'haie autra cannela de chesta, te puoi corcare a la scura! Passaie lo tiempo che Berta filava! Mo hanno apierto l'uocchie li gattille! Non c'è chiú chiú mamma mo!».
E demannanno lo viecchio la causa de sta motazione, respose lo re: «Io, pe desiderare d'avere figlie aggio spiso e spaso co chi ieva e chi veneva, e iettato la robba mia; all'utemo, avenno visto ca nce perdeva la rasa, aggio levato mano ed auzato lo fierro». «Si n'è ped autro» leprecaie chillo viecchio «quietate, ca te la faccio scire subbeto prena, a pena de l'aurecchie!». «Si farraie chesto» disse lo re «te do parola darete miezo lo regno». E chillo respose: «Ora siente buono, si la vuoi 'nzertare a piro: fa' pigliare lo core de no drago marino e fallo cocinare da na zitella zita, la quale, a l'adore schitto de chella pignata, deventarrà essa perzì co la panza 'ntorzata; e, cuotto che sarrà sto core, dallo a manciare a la regina, che vedarrai subbeto che scirrà prena comme si fosse de nove mise». «Comme pò essere sta cosa?» repigliaie lo re «me pare, pe te la dicere, assaie dura a gliottere». «No te maravigliare», disse lo viecchio, «ca, si lieie la favola, truove che a Gionone passanno pe li Campe Olane sopra no shiore l'abbottaie la panza e figliaie». «Si è cossí» tornaie a dicere lo re «che se trove a sta medesema pedata sto core de dragone. All'utemo, no 'nce perdo niente».
E così, quando ebbe a passare da quelle parti un sapiente dalla lunga barba che ignorava il cambiamento di registro del re, o che, essendone a conoscenza, intendeva porvi rimedio, recatosi da Iannone lo pregò di ospitarlo nella sua casa. E il re, con un brutto cipiglio e modi scorbutici, gli disse: "Se non hai altra candela che questa, puoi andare a letto al buio! è finito il tempo che Berta filava! ormai i gattini hanno gli occhi aperti! e mamma non c'è più!"
E siccome il vecchio domandava la causa di questo cambiamento, gli rispose: "Io, per il desiderio di avere figli, ho dato i miei denari a chi andava e a chi veniva, di qua e di là, buttando dalla finestra del mio; alla fine, avendo visto che ci rimettevo la barba, ho ritratto la mano e levato il rasoio". "Se è solo per questo", disse quel vecchio, "acquietati, che te la faccio rimanere subito incinta, ci scommetto le mie orecchie". "Se farai quel che dici," disse il re, "avrai metà del mio regno, parola d'onore". E quello disse: "Allora, ascoltami bene, se vuoi cogliere nel segno: fai prendere il cuore di un drago marino, e fallo cucinare da una fanciulla vergine, che, appena sentirà l'odore di quella pignatta, anche lei si troverà la pancia piena; e quando questo cuore sarà cotto, dallo da mangiare alla regina, che vedrai subito ingrossare, come se fosse di nove mesi". "Come può succedere questa cosa?", replicò il re, "mi pare, per dirtela tutta, piuttosto dura da digerire". "Non ti meravigliare," disse il vecchio, "ché se leggi la favola, vedrai che a Giunone quando passò su un certo fiore nei campi Olani si gonfiò la pancia e figliò". "Se è così", disse allora il re, "che si trovi questo cuore di drago senza metter tempo in mezzo. In fondo non ci perdo nulla".
Then, when a long-bearded pilgrim was passing that way, not knowing that the King had turned over a new leaf, or perhaps knowing it and wishing to mend it, he went to Iannone and begged for shelter in his house. But, with a fierce look and terrible growl, the King said to him, "If you have no other candle than this, you may go to bed in the dark! Now the kittens have their eyes open! Mommy is no more here!"
And since the old man asked what was the cause of this change, the King replied, "Longing for children, I have spent and lent to all who came and all who went, and have squandered my treasure. At last, seeing the beard was going, I retracted my hand and raised the razor." "If that be all," replied the old man, "you may set your mind at rest, for I will make her immediately pregnant, on pain of losing my ears." "Be it so," said the King, "I pledge my word that I will give you one half of my kingdom." And the man answered, "Listen now to me: if you wish to hit the mark; you have to get the heart of a sea-dragon, and have it cooked by a virgin maiden, who, as soon as she would smell that pot, will have her bell filled up; and when this heart is cooked, give it to eat to the Queen, and you will see her swelling as if she were nine months pregnant." "How can this happen?" said the King, "It seems to me, to speak quite frankly with you, a difficult matter to swallow." "Do not astound yourself," the old man said, "if you read the story of Juno, you see that when the goddess passed on a flower in the Olane Fields, her bell swelled and she gave birth to a child." "As things stand," said then the King, "let's not delay and this dragon's heart be found! There is nothing I could lose."
E cossí, mannato ciento pescature a maro, apararo tante spedune, chiusarane, paragranfe, buole, nasse, lenza e felacciune, e tanto se votaie e giraie, ficché se pigliaie no dragone e, cacciatole lo core, lo portaro a lo re, lo quale lo dette a cocinare a na bella dammecella. La quale, serratose a na cammara, non cossí priesto mese a lo fuoco lo core e scette lo fummo de lo vullo, che non sulo sta bella coca deventaie prena, che tutte li mobele de la casa 'ntorzaro e 'n capo de poche iuorne figliattero, tanto che la travacca fece no lettecciulo, lo forziero fece no scrignetiello, le seggie facettero seggiolelle, la tavola no tavolino e lo cantaro fece no cantariello 'mpetenato accossí bello ch'era no sapore. E così, mandati in mare cento pescatori, prepararono tanti arpioni, chiusarani, paragranfi, buole, nasse, lenze e cime e tanto girarono e si rigirarono che alla fine fu preso un drago, e levatogli il cuore lo portarono al re, che lo diede da cucinare a una bella damigella. La quale, dopo essersi chiusa in una stanza, non fece in tempo a mettere al fuoco il cuore e a farne uscire il fumo che non solo lei, bella cuoca, rimase incinta, ma tutti i mobili di casa s'ingravidarono e in pochi giorni figliarono, tanto che il letto fece un lettino, il forziere uno scrigno, le sedie delle seggioline, la tavola un tavolino e il vaso da notte un vasino smaltato così bello che a vederlo era una delizia. So he sent a hundred fishermen out; and they got ready all kinds of harpoons, fishing-tackle, drag-nets, casting-nets, seine-nets, bow-nets, and fishing-lines; and they tacked and turned and cruised in all directions until at last they caught a dragon; then they took out its heart and brought it to the King, who gave it to cook to a fair damsel. This maiden shut herself in a room, and as soon as she put the heart on the fire and smoked it she got swelling and together with her all the pieces of furnitures in the house got pregnant and within some days they gave birth; the bed made a crib, the trunk made a chest, the chairs made little seats, the table made a small table and the chamber pot made a so fair polished potty that it was a pleasure to look at it.
Ma, cuotto che fu lo core e assaporato a pena da la regina, se sentette abbottare la panza e, fra quattro iuorne, tutte a no tiempo co la dammecella, fecero no bello mascolone ped una, cossí spiccecate l'uno all'autro che non se canosceva chisto da chillo. Li quale se crescettero 'nziemme co tanto ammore che non se sapevano spartere punto fra loro; ed era cossí sbisciolato lo bene che se portavano che la regina commenzaie ad averene quarche 'nmidia, pocca lo figlio mostrava chiú affezzione a lo figlio de na vaiassa soia c'a se stessa, e non sapeva de che muodo levarese sto spruoccolo da l'uocchie.
Quando il cuore fu cotto, appena la regina l'assaggiò si sentì gonfiare la pancia e in quattro giorni lei e la damigella contemporaneamente fecero due bei maschioni, così simili fra loro che non si potevano distinguere uno dall'altro.
Questi bambini crebbero insieme con tanto affetto che non si separavano mai, ed era così totale l'amore che sentivano uno per l'altro che la regina cominciò a essere un po' gelosa, perché suo figlio mostrava più affetto per il figlio di una serva che per lei, e non sapeva come levarsi questo steccolo dall'occhio.
As soon as the heart was cooked and the Queen ate it, she felt her bell swelling and after four days she and the damsel gave birth to two gorgeous boys, so similar to each other that it was impossible distinguish one from the other.
These boys grew up together in such love for one another that they could not be parted for a moment, and the love that they felt for each other was so total that the Queen began to be jealous, because her son showed more love for the son of a servant of hers than for herself; and she knew not in what way to remove this thorn from her eyes.

Ora no iuorno, volenno lo prencepe ire a caccia co lo compagno suio, fece allommare fuoco a na cemmenera drinto la cammara soia e commenzaie a squagliare lo chiummo pe fare pallottine, e, mancannole non saccio che cosa, iette de perzona a trovarela; e fra sto miezo arrivanno la regina pe vedere che facesse lo figlio e trovatoce sulo Canneloro, lo figlio de la dammecella, penzanno de levarelo da sto munno le dette co na pallottera 'nfocata verzo la faccie, pe la quale cosa vasciannose, le cogliette sopra no ciglio e le fece no male 'ntacco; e già voleva asseconnare l'autro, quanno arrevaie Fonzo, lo figlio, ed essa, fegnendo essere venuta a vedere comme steva, dapo' quatto carizzielle 'nsipete, se ne iette. Ora capitò che un giorno, volendo il principe andare a caccia col suo compagno, fece accendere un fuoco nel camino della sua stanza e cominciò a fondere il piombo per fare le pallottole, ma mancandogli non so che, andò a cercarlo di persona. Arrivando proprio allora la regina per vedere che cosa faceva suo figlio, e avendo trovato da solo Candeloro, il figlio della damigella, pensò di levarlo dal mondo e gli tirò una pallottoliera rovente sulla faccia, per la qual cosa abbassandosi lo prese su un ciglio e gli fece una brutta ferita; e stava già per colpirlo una seconda volta quando arrivò Fonzo, suo figlio, e lei, fingendo di essere venuta a vedere come stava, dopo due moine se ne andò. Now one day the prince wished to go hunting with his friend; so he had a fire lighted in his chamber and began to melt lead to make bullets; and being in want of I know not what, he went himself to look for it. Meanwhile the Queen came in, and finding no one there but Candleaurum, the son of her maiden, she thought to put him out of the world; so stooping down, she flung the hot bullet-mold at his face, which hit him over the brow and made an ugly wound. She was just going to repeat the blow when his son Fonzo came in; so, pretending that she was only come in to see how he was, she gave him some caresses and went away.
E Canneloro, carcatose no cappiello 'n fronte, non fece addonare Fonzo de lo chiàieto e stette saudo saudo, si be' se sentette friere da lo dolore; e, comme appe fornuto de fare palle comm'a scarafone, cercaie licienza a lo prencepe de ire fore. E, restanno maravegliato Fonzo de sta nova deliberazione, le demannaie la causa; lo quale respose: «Non cercare autro, Fonzo mio; vasta sapere schitto ca so' sforzato a partire e lo cielo sa si partenno da te, che sì lo core mio, fa spartecasatiello l'arma da sto pietto, lo spireto fa sia voca da lo cuorpo, lo sango fa Marco–sfila da le vene. Ma pocca non se pò fare autro, covèrnamette e tieneme a memoria».
Ma Candeloro, calcandosi un cappello sulla fronte, non fece sospettare a Fonzo nulla di questo fatto, e non mosse un muscolo, nonostante si sentisse bruciare dal dolore; e, quando ebbe finito di fare palle come uno scarabeo, chiese al principe il permesso di partire. Ma siccome Fonzo si meravigliò di questa nuova decisione, gliene chiese il motivo. E  quello rispose: "Non chiedermi altro, Fonzo mio: ti deve bastare sapere che sono costretto a partire; e il Cielo sa come, partendo da te, che sei il mio cuore, l'anima mi si divide dal petto, lo spirito mi fugge dal corpo, il sangue mi svuota le vene. Ma siccome non si può fare altrimenti, abbi cura di te e non ti scordar di me".
Candleaurum, pulling his hat down on his forehead, said nothing of this matter to Fonzo, but stood quite quiet though he was burning with the pain. But as soon as he had done making the balls like a dung beetle, he asked the prince licence to leave. Fonzo, all in amazement at this new resolution, asked him the reason. But he replied, "Enquire no more, my dear Fonzo, let it suffice that I am obliged to go away, and heaven knows that while I am leaving you, that are my heart, my soul leaves my chest, my spirit runs from my body, my blood flows out of my vessels. Since it cannot be otherwise, farewell, and keep me in remembrance." 
Cossí abbracciatose e trivolianno, s'abbiaie Canneloro a la cammara soia, dove pigliatose n'armatura e na spata, ch'era figliata da n'autra arma a tiempo che se coceva lo core, ed armatose tutto, se pigliaie no cavallo da la stalla; e tanno voleva mettere lo pede a la staffa, quanno l'arrivai Fonzo chiagnenno, dicennole ch'a lo manco, pocca lo voleva abbannonare, le lassasse alcuno signale de l'ammore suio, azzò potesse smesare l'affanno de l'assenzia soia. A le quale parole Canneloro, caccianno mano a lo pognale, lo 'mpizzaie 'n terra e, sciutane na bella fontana, disse a lo prencepe: «Chesta è la meglio memoria che te pozzo lassare, pocca a lo correre de sta fontana saperrai lo curzo de la vita mia: che se la vederraie scorrere chiara, sacce ca starraggio cossí chiaro e tranquillo de stato; se la vederraie trovola, 'màgenate ca passarraggio travaglio, e si la troverrai secca (non voglia lo cielo!) fa' cunto ca sarrà fornuto l'uoglio de la cannela mia e sarraggio arrivato a la gabbella che tocca a la natura». E, ditto chesto, mese mano a la spata e, danno na 'mbroccata 'n terra, fece nascere no pede de mortella, decenno: «Sempre che la vide verde, saccie ca sto verde comm'aglio; se la vide moscia, penza ca non vanno troppo 'ncriccate le fortune meie; e si deventarrà secca a fatto, puoi dire pe Canneloro tuio scarpe e zuoccole». E cxosì, dopo aver pianto mentre si abbracciavano abbracciati stretti stretti, Candeloro si avviò verso la sua camera, dove, presa un'armatura e una spada, che era nata da un'altra arma quando si cuoceva il cuore, si armò di tutto punto, prese un cavallo dalla stalla e intendeva infilare il piede nella staffa, quando lo raggiunse Fonzo piangendo, dicendogli che, se proprio lo voleva abbandonare, gli lasciasse almeno un segno del suo amore, col quale potesse lenire la pena della sua mancanza. A queste parole Candeloro, messo mano a un pugnale lo piantò in terra e, sgorgatane una bella fontana, disse al principe: "Questo è il miglior ricordo che ti posso lasciare, perché dal flusso di questa fontana saprai il corso della mia vita: ché se la vedrai scorrere chiara, saprai che il mio stato è chiaro e tranquillo; se la vedrai torbida, immaginati che starò passando un guaio e se la troverai secca (il cielo non lo voglia) fa' conto che l'olio della mia lampada è finito e che sono arrivato a pagare la tassa che si deve alla Natura".  E dopo averlo fatto mise mano alla spada, e ferendo la terra fece nascere un ramo di mortella, e disse: "Finché la vedrai verde, saprai che sono vivo e vegeto; se la vedrai appassita, dovrai pensare che le mie fortune si sono ingarbugliate; e se la troverai tutta secca, potrai recitare il Requiem aeternam dona eis domine per il tuo Candeloro».
Then after embracing one another and shedding many tears, Candleaurum went to his own room, where he took a suit of amour and a sword, that was born from another weapon when the heart was cooking; he armed himself from top to toe, and, having taken a horse out of the stable, he was just putting his foot into the stirrup when Fonzo came weeping and said that since he resolved to abandon him, he should, at least, leave him some token of his love, to dimi nish his anguish for the absence. Thereupon Candleaurum kept his dagger and knocked it into the ground; a fine fountain rose up and he said to the prince, "This is the best memorial I can leave you, because by the flowing of this fountain you will know the course of my life; if you see it run clear, know that my life is likewise clear and tranquil; if you see it is turbid, think that I am passing through troubles; and if you will find it dry (heaven forbid it), know that the oil of my lamp is all consumed and that I have paid the toll required by Nature!" Then he kept his sword and hit the ground: a myrtle bud grew up, and he said, "As long as this myrtle is green, know that I too am green as a leek. If you see it wither, think that my fortunes are not the best in this world; but if it becomes quite dried up, you may mourn for your Candleaurum." 
E ditto chesto, abbracciatose de nuovo, se partette, e, camminato camminato dapo' varii cose che l'accadettero, che sarria luongo a raccontare, comme contraste de vettorine, 'mbroglie de tavernare, assassinamiente de gabellote, pericole de male passe, cacavesse de marivuole, all'utemo arrevaie a Longa Pergola a tiempo che se faceva na bellissima iosta, e se prometteva la figlia de lo re a lo mantenetore. Dove, presentatose, Canneloro se portaie cossí bravamente che ne frusciaie tutte li caaliere venute da deverze parte a guadagnarese nome; pe la quale cosa le fu data Fenizia, la figlia de lo re, pe mogliere, e se fece na festa granne. Detto questo, si abbracciarono ancora forte forte, e poi Candeloro partì e, cammina cammina, dopo varie cose che gli capitarono, che sarebbero troppo lunghe da raccontare, come liti con i vetturini, imbrogli dei tavernieri, ammazzamenti di gabellieri, pericoli di brutti incontri, scioglicorpo di mariuoli, alla fine arrivò nel reame di Acque Dolci, dove in quel tempo si teneva una bellissima giostra, e la figlia del re era promessa al vincitore. Dove essendosi presentato Candeloro si comportò così bravamente che disarcionò tutti i cavalieri venuti da una parte e dall'altra a cercare fama e fortuna: per la qual cosa gli fu data in sposa Fenizia, la figlia del re, e si fece una grandissima festa.

So saying, after embracing one another again, Candleaurum set out on his travels; journeying on and on, with many adventures which it would be too long to recount - fight with drivers, fraud of innkeepers, murders of excise officers, dangers of skirmishes, dreadful rascals - he at length arrived at the Kingdom of Sweet Waters, just at the time when they were holding a most splendid tournament, the hand of the King's daughter being promised to the victor. Here Candleaurum presented himself and bore him so bravely that he overthrew all the knights who were come from divers parts to gain a name for themselves. Whereupon he married the Princess Fenizia, and a great feast was made.

Ed essenno state pe quarche mese 'n santa pace, venne n'omore malenconeco a Canneloro de ire a caccia e, decenno sta cosa a lo re, le fu ditto: «Guarda la gamma, iénnaro mio, vi' che non te cecasse parasacco! Stà 'n cellevriello, apre l'usce, messere, ca pe ssi vuosche 'nc'è n'uerco de lo diantane, lo quale ogne iuorno cagna forma, mo comparenno da lupo, mo da lione, mo da ciervo, mo d'aseno e mo de na cosa e mo de n'autra e co mille stratagemme carreia li poverielle che 'nce 'nmatteno a na grotte, dove se le cannareia; perzò non mettere, figlio mio, la sanetate 'n costiune, ca 'nce lasse li straccie!». Dopo che ebbero passato qualche mese in santa pace, l'umore di Candeloro diventò melanconico, per il desiderio d'andare a caccia, e avendolo detto al re, questi gli rispose: "Bada bene di non andartele a cercare, genero mio! guarda che Belzebù non ci metta la coda! sta' in campana! apri bene gli occhi, messere, perché per questi boschi c'è un orco diabolico, che ogni giorno cambia aspetto, ora appare come un lupo, poi come un leone, poi come un cervo, e poi come un asino, e ora è una cosa e ora un'altra e con mille stratagemmi trascina i poveretti che lo incontrano in una grotta, dove se li mangia. Perciò, figlio mio, non mettere a rischio la salute, che tu non ci debba lasciare la pelle!"  When Candleaurum had been there some months in peace and quiet, he felt a melancholic mood for the desire to go to the chase. He told it to the King, who said to him, "Take care, my son-in-law; do not be deluded. Be wise and keep open your eyes, for in these woods is a most wicked ogre who changes his form every day, one time appearing like a wolf, at another like a lion, now like a stag, now like an ass, like one thing and now like another. By a thousand stratagems he decoys those who are so unfortunate as to meet him into a cave, where he devours them. So, my son, do not put your safety into peril, or you will leave your rags there."
Canneloro, c'aveva lassato la paura 'n cuorpo a la mamma, non curanno li conziglie de lo ciuocero, non cossí priesto lo sole co la scopa de vrusco de li ragge annettaie le folinie de la notte, iette a la caccia. Ed arrivato a no vosco dove sotto la pennata de le fronne se congregavano l'ombre a fare monipolio ed a confarfarese contra lo sole, l'uerco, vedendolo venire, se trasformaie a na bella cerva, la quale Canneloro, comme la vedde, commenzaie a darele caccia e tanto la cerva lo traccheggiaie e strabbauzaie da luoco a luoco, che l'arredusse a lo core de lo vosco, dove fece venire tanta chioppeta e tanta neve che pareva che lo cielo cadesse. E trovatose Canneloro 'nante la grotta de l'uerco, trasette drinto pe sarvarese; ed essenno aggrancato de lo friddo pigliaie certe legna trovate là drinto e, cacciatose da la saccocciola lo focile, allommaie no gran focarone. Candeloro, che aveva lasciato la paura nella pancia della sua mamma, senza curarsi dei consigli del suocero andò a caccia, tanto presto che il Sole con la scopa dei suoi raggi non aveva ancora spazzato la fuliggine della Notte. E arrivato a un bosco - dove sotto la pergola delle fronde si riuniva la congrega delle ombre per fare monopolio e congiurare contro il Sole - l'orco, vedendolo venire, si trasformò in una bella cerva, che Candeloro, appena la vide, cominciò a inseguire dandole la caccia, e tanto la cerva lo menò di qua e di là e lo fece passare di sopra e di sotto che il giovane si trovò nel cuore del bosco, dove l'orco fece cadere tanta pioggia e tanta neve che pareva che il cielo stesse precipitando. E trovatosi Candeloro davanti alla grotta dell'orco, entrò per ripararsi, ed essendo intirizzito per il freddo, prese certi legni che trovò là dentro e, tirato fuori dalla sua sacca l'acciarino, accese un grande fuoco.

Candleaurum, who left fear in the womb of his mother, paid no heed to the advice of his father-in-law; and before the Sun with the broom of his rays had cleared away the soot of the Night he set out for the chase; and, on his way, he came to a wood where, beneath the awning of the leaves, the Shades has assembled to maintain their sway, and to make a conspiracy against the Sun. The ogre, seeing him coming, turned himself into a handsome doe; which, as soon as Candleaurum perceived he began to give chase to her. Then the doe doubled and turned, and led him about hither and thither at such a rate, that at last she brought him into the very heart of the wood, where she raised such a tremendous snowstorm that it looked as if the sky was going to fall. Candleaurum, finding himself in front of a cave, went into it to seek for shelter; and being benumbed with the cold, he gathered some sticks which he found within it, and pulling his steel from his pocket, he kindled a large fire.

E, stannose a scarfare e sciugare li panne, se fece a la vocca de la grotta la cerva e disse: «O signore caaliero, damme licienzia ch'io me pozza scaglientare no pocorillo, ca so 'ntesecata de lo friddo». Canneloro, ch'era cortese, disse: «'Nzeccate, che singhe lo ben venuto». «Io vengo» respose la cerva «ma aggio paura ca po' m'accide». «Non dubitare» leprecaie Canneloro «viene sopra la parola mia». «Si vuoi che benga» tornaie a dicere la cerva «lega sti cane, che non me facciano dispiacere, ed attacca sso cavallo, che non me dia de cauce». E Canneloro legaie li cane e 'mpastoraie lo cavallo. E la cerva disse: «Sì, mo so' meza assecorata, ma si non lighe la sferra io no 'nce traso, pe l'arma de vavo!»; e Canneloro, c'aveva gusto a ddomestecarese co la cerva, legaie la spata, comme a parzonaro quanno la porta drinto la cetate pe paura de li sbirre. E l'uerco, commo vedde Canneloro senza defesa, pigliaie la forma propia e, datole de mano, lo calaie drinto na fossa ch'era 'n funno a la grotta e lo commegliaie co na preta, pe magnaresillo. E mentre era lì che si scaldava e si asciugava i panni, la cerva si avvicinò all'imboccatura della grotta e disse: "O signor cavaliere, dammi il permesso, che io possa scaldarmi un pochino, perché sono intirizzita dal freddo". Candeloro, che era cortese, disse: "Avvicinati, che tu sia la benvenuta". "Io vengo," rispose la cerva, "ma ho paura che poi tu mi uccida". "Non dubitare," replicò Candeloro, "vieni sulla mia parola". "Se vuoi che venga," disse ancora la cerva, "lega questi cani, che non mi facciano del male, e attacca questo cavallo, che non mi dia un calcio". E Candeloro legò i cani e impastoiò il cavallo. E la cerva disse: "Sì, ora mi sento più sicura: ma se non leghi la spada io non entro, per l'anima di mio nonno!" E Candeloro, che aveva voglia di addomesticare la cerva, legò la spada, come fa il villano quando la porta in città, per paura degli sbirri. Ma l'orco, appena vide che Candeloro era inerme, riprese la sua forma orchesca, lo afferrò e lo calò in una fossa che era in fondo alla grotta, chiudendone poi l'imboccatura con una pietra, per mangiarselo. As he was standing by the fire to dry his clothes, the doe came to the mouth of the cave, and said, "Sir Knight, pray give me leave to warm myself a little while, for I am shivering with the cold." Candleaurum, who was of a kindly disposition, said to her, "Draw near, and welcome." "I would gladly," replied the doe, "but I am afraid you would kill me." "Fear nothing," answered Candleaurum, "trust to my word." "If you wish me to enter," rejoined the doe, "tie up those dogs, that they may not hurt me, and tie up your horse that he may not kick me." So Candleaurum tied up his dogs and hobbled his horse, and the doe said, "I am now half assured, but unless you bind fast your sword, I dare not come in." Then Candleaurum, who wished to become friends with the doe, bound his sword as a countryman does, when he carries it in the city for fear of the constables. As soon as the ogre saw Candleaurum defenseless, he retook his own form, and laying hold on him, flung him into a pit at the bottom of the cave, and covered it up with a stone, to keep him to eat.
Ma Fonzo, che matina e sera faceva la visita a la mortella ed a la fontana pe sapere nova de lo stato de Canneloro, trovato l'una moscia e l'autra torvola, subbeto penzaie che passava travaglie lo cardascio suio, e, desederuso de darele soccurzo, senza cercare lecienzia a lo patre né a la mamma, se mese a cavallo ed armatose buono co duie cane fatate s'abbiaie pe lo munno, e tanto giraie e 'ntorniaie da chesta e da chella parte, che arrivaie a Longa Pergola, la quale trovaie tutta aparata de lutto pe la creduta morte de Canneloro. E non tanto priesto fu arrivato a la corte, c'ogn'uno, credenno che fosse Canneloro pe la someglianza c'aveva cod isso, corzero a cercare lo veveraggio a Fenizia, che, scapizzannose pe le scale a bascio, abbracciaie Fonzo, dicenno: «Marito mio, core mio e dove sì stato tanta iuorne?» Ma Fonzo, che ogni mattina e ogni sera faceva visita alla mortella e alla fontana, per sapere come stava Candeloro, avendo trovato quella appassita e quest'altra torbida, pensò subito che il suo amico carissimo era nei guai e, desiderando portargli soccorso, senza chiedere il permesso al padre né alla madre si mise a cavallo, e armatosi ben bene, con due cani fatati si avviò nel vasto mondo e tanto girò e rigirò da questa e da quella parte che arrivò ad Acque Dolci, città che trovò parata a lutto perché credevano che Candeloro fosse morto. Fonzo non fece in tempo ad arrivare a corte che tutti, credendo che fosse lui, per la loro grande somiglianza, corsero per farsi dare il beveraggio da Fenizia, che scapicollandosi per le scale corse giù e abbracciò Fonzo, dicendo: "Marito mio, cuore mio, e dove sei stato tutti questi giorni?" But Fonzo, who, morning and evening visited the myrtle and the fountain, to learn news of the fate of Candleaurum, finding the one withered and the other troubled, instantly thought that his brother was undergoing misfortunes. So, to help him, he mounted his horse without asking leave of his father or mother; and arming himself well and taking two enchanted dogs, he went rambling through the world. He roamed and rambled here, there, and everywhere until, at last, he came to Sweet Waters, which he found all in mourning for the supposed death of Candleaurum. And scarcely was he come to the court, when every one, thinking, from the likeness he bore him, that it was Candleaurum, hastened to tell Fenizia the good news, who ran leaping down the stairs, and embracing Fonzo cried, "My husband! my heart! where have you been all this time?"
Fonzo de sta cosa trasette subbeto a malizia c'a sta terra fosse venuto Canneloro, e se ne fosse partuto e fece penziero d'esammenare destramente pe pigliare 'n sermone la prencepessa dove se potesse trovare. E sentenno dire ca pe sta mardetta caccia s'era puosto a troppo pericolo, e massema si lo trovava l'uerco, lo quale è tanto crudele co l'uommene, fece subbeto la massema che lloco fosse dato de pietto l'ammico suio e, semmolato sto negozio, la notte se ieze a corcare. Ma fegnenno avere fatto vuto a Diana de non toccare la mogliere la notte, mese la spata arrancata commo staccione 'n miezo ad isso ed a Fenizia; e non vedde l'ora la matina che scesse lo sole a dare li pinole 'naurate a lo cielo, pe farele vacoare l'ombra, perché, sosutose da lo lietto, non potennolo retenere né prieghe de Fenizia né commannamiento de lo re, voze ire a caccia.
Fonzo da questo fatto si ammoscò, e pensando che Candeloro fosse arrivato in questo paese e che poi se ne fosse allontanato, si propose di esaminare con accortezza la situazione, pensando di far parlare la principessa per capire dove potesse trovarlo. E sentendole dire che per questa maledetta caccia si era messo troppo in pericolo, soprattutto se lo avesse trovato quell'orco tanto crudele con gli esseri umani, trasse immediatamente la conclusione che proprio in quello si fosse imbattuto il suo amico, ma, dissimulando i suoi pensieri, quando fu notte andò a coricarsi. Fingendo di aver fatto voto a Diana di non toccare la moglie quella notte, mise la spada sfoderata fra sé e Fenizia e aspettò con impazienza che uscisse il Sole a dare la pillole dorate al cielo per fagli evacuare l'ombra. Allora, alzatosi dal letto, non potendolo trattenere né le preghiere di Fenizia né l'ordine del re, volle andare a caccia.
Then Fonzo perceived that Candleaurum had come to this country and had left it again; so he resolved to examine the matter adroitly, to learn from the Princess's discourse where he might be found. And, hearing her say that he had put himself in great danger by that accursed hunting, especially if the cruel ogre should meet him, he at once concluded that Candleaurum must be there; and glossing over his thought at night he went to bed. Pretending to keep a vow to Diana, not to touch his bride in that night, he put his unsheathed sword between him and Fenizia; and he lied impatient waiting for the Sun - who would come to give the golden pills to the Sky, so that he could evacuate the shadow - to jump out of bed; and neither the prayers of Fenicia, nor the commands of the King could keep him back, but he would go to the chase. 
E puostose a cavallo co li cane fatate iette a lo vosco, dove soccedutole lo stisso ch'era socciesso a Canneloro e trasuto a la grotta, vedde l'arme de Canneloro, li cane e lo cavallo legate; pe la quale cosa tenne pe cierto che lloco fosse 'ncappato l'ammico; e decennole la cerva che avesse legato l'arme, cane e cavallo, isso 'nce le 'nterretaie adduosso, che ne fecero petaccie.  E, cercanno quarche autra notizia de l'ammico, 'ntese gualiare abascio lo fuosso, e auzato la preta ne cacciaie Canneloro co tutte l'autre che pe 'ngrassare teneva atterrate vive. Ed abbracciatose co na festa granne iettero a la casa, dove Fenizia, vedenno sti dui simele non sapeva scegliere fra lloro lo marito suio; ma auzato lo cappiello de Canneloro vedde la feruta e, canoscennolo, l'abbracciaie. E dapo' essere stato no mese Fonzo pigliannose spasso a chillo paiese, voze repatriare e tornare a lo nido suio; pe miezo de lo quale scrisse Canneloro a la mamma che venesse a partecepiare de le grannizze soie, comme facette, e dall'ora 'nante non voze sapere né de cane né de caccia, allecordannose de chella sentenzia:  E montato a cavallo, con i cani fatati andò nel bosco, dove, essendogli capitato per filo e per segno quel che era successo all'amico, quando entrò nella grotta, vide le armi di Candeloro, e i cani e il cavallo legati, per la qual cosa fu sicuro di come fossero andate le cose. E quando la cerva gli chiese di legare le armi, i cani e il cavallo, glieli aizzò contro, e così la fecero a pezzi. Poi, cercando altre tracce dell'amico, sentì un lamento venire dal fondo della fossa, sollevò la pietra e ne fece uscire Candeloro con tutti gli altri che l'orco teneva sepolti vivi per ingrassarli. E dopo essersi abbracciati con una festa grande tornarono a casa, dove Fenizia, vedendoli uguali, non sapeva scegliere fra loro il marito: ma, alzato il cappello di Candeloro, vide la ferita, e, riconoscendolo, lo abbracciò. E dopo essere restato per un mese Fonzo a godersela in quel paese, volle rimpatriare e ritornare al suo nido; e per mezzo suo Candeloro scrisse alla mamma che venisse a partecipare alle sue grandezze, come fece, e d'allora in poi non volle saperne di cani né di caccia, ricordandosi di quel detto:
So, mounting his horse, he went with the enchanted dogs to the wood, where the same thing befell him that had befallen Candleaurum; and, entering the cave, he saw his friend's arms and dogs and horse fast bound, by which he became assured of the nature of the snare. Then the doe told him in like manner to tie his arms, dogs, and horse, but he instantly set them upon her and they tore her to pieces. And as he was looking about for some traces of his friend, he heard a lament down in the pit; so, lifting up the stone, he drew out Candleaurum, with all the others whom the ogre had buried alive to fatten. Then embracing each other with great joy, they went home, where Fenicia, seeing them so much alike, did not know which to choose for her husband, until Candleaurum took off his cap and she saw the mark of the old wound: then she recognized and embraced him. Fonzo stayed there a month, taking his pleasure, and then wished to return to his own country, and Candleaurum wrote by him to his mother calling her to come and partake of his greatness, which she did. But from that time forward, he never would hear of dogs or of hunting, recollecting the saying:
ammaro chi a soe spese se castica.

amaro chi a sue spese si castiga.

It is bitter to pay and punish oneself.



Ed abbracciatose co na festa granne iettero a la casa, dove Fenizia,
vedenno sti dui simele, non sapeva scegliere fra lloro lo marito suio...


___________________________________________
FABULANDO. CARTA FIABESCA DELLA SUCCESSIONE
Vedi la Carta della fiaba della Cerva fatata, per accedere all'e-book e ad altri commenti.
___________________________________________
TESTO Giovan Battista Basile (Napoli, 1634–1636), Lo cunto de li cunti; a cura di Carolina Stromboli; Roma: Salerno editrice 2013. Trettenemiento nono de la jornata primma; pp. 182-195.
___________________________________________
TRADUZIONE ITALIANA
© Versione italiana di Adalinda Gasparini, 12 aprile 2014. La riproduzione di questo testo è consentita a fini non commerciali, fatta salva la citazione del copyright e della presente fonte.
___________________________________________
ENGLISH TRANSLATION
English text translated by J. E. Taylor edited and adjusted by Adalinda Gasparini; for Taylor's translation see: Basile, Giambattista. Stories from the Pentamerone. E. F. Strange, editor. Warwick Goble, illustrator. London: Macmillan & Co., 1911. The text of this book is based on John Edward Taylor's translation from 1847. http://www.surlalunefairytales.com/pentamerone/9enchantedoe1911.html; last access: 14 aprile 2014.
We modified Taylor's translation insofar the Victorian translator censored the tale by Giambattista Basile. He deleted the character of the chaste damsel who cooked the heart of the dragon. In his version the queen herself cooks and eats the magic dish, and she gives birth to the twins Fonzo and Candleaurum. It is then lost also the Baroque comic event of the pieces of furniture that, become pregnant by the smoke of the cooking heart, give birth to their little ones.
___________________________________________
IMMAGINE
Warwick Goble: Giambattista Basile. Stories from the Pentamerone. E. F. Strange, editor. Warwick Goble, illustrator. London: Macmillan & Co. 1911.
Fonte: http://www.liveinternet.ru/community/2281209/post110672540/; ultimo accesso: 13 aprile 2014.

___________________________________________

NOTE
Long Pergola

We choose this translation for the realm of the two friends both because in English there is the word choosen by Basile (Pergola) and because pergola is a more vague than trellis, word choosen by J. E. Taylor, that means the lattice sustaining climbing plants.
 
Questi bambini crebbero insieme con tanto affetto che non si separavano mai, ed era così totale l'amore che sentivano uno per l'altro che la regina cominciò a essere un po' gelosa...








 

Il bambino Ismaele crebbe e fu svezzato e Abramo fece un grande banchetto quando Isacco fu svezzato. Ma Sara vide che il figlio di Agar l'Egiziana, quello che essa aveva partorito ad Abramo, scherzava con il figlio Isacco. Disse allora ad Abramo: «Scaccia questa schiava e suo figlio, perché il figlio di questa schiava non deve essere erede con mio figlio Isacco». (Genesi 21, 8-10)

Rileviamo alcune analogie tra la fiaba di Fonzo e Canneloro e la storia quella biblica di Isacco e Ismaele:
1. il motivo iniziale della sterilità della regina e di Sara;
2. due bambini che crescono insieme presso il re e presso Abramo;
3. la gelosia della regina che implica l'allontanamento di Ismaele/Candeloro, figlio della sua serva/damigella;
4. l'esule Ismaele/Candeloro trova il suo popolo/regno.

These boys grew up together in such love for one another that they could not be parted for a moment, and the love that they felt for each other was so total that the Queen began to be jealous...
The child grew and was weaned, and on the day Isaac was weaned Abraham held a great feast. But Sarah saw that the son whom Hagar the Egyptian had borne to Abraham was mocking, and she said to Abraham, “Get rid of that slave woman and her son, for that woman’s son will never share in the inheritance with my son Isaac.” (Genesis, 8-10)
Notice some analogies between the fable of Fonzo and Candleaurum and the biblical tale of Isaac and Ishmael:
1. the initial sterility of the queen and of Sarah;
2. two children grow up together near the king and near Abraham;
3. the jealousy of the queen and of Sarah that entails the ejection of Ishmael/Candleaurum, son of her slave/damsel;
4. the outcast Ishamel/Candleaurum gets his own people/kingdiom.

Candleaurum
We choose this name for the son of the chaste maiden both because the Neapolitan Canneloro (cannela), as well as the Italian Candeloro (candela), contains the word oro (gold, aurum), and because its sound recalls the Italian candeliere, candelabro, English candleholder.

Longa Pergola, Acque Dolci
Per una delle incongruenze del libro di Basile, il reame nel quale giunge Candeloro ha lo stesso nome del reame dal quale è partito, nel quale regnerà Fonzo essendo il principe ereditario: Lunga Pergola. Il Cunto de li cunti, pubblicato postumo, mancava di una definitiva revisione dell'Autore.
Abbiamo tradotto con Acque Dolci per differenziarlo dalle acque della fonte che Candeloro fa sgorgare prima di partire, affinché l'amico Fonzo sappia dalla loro chiarezza come scorre la sua vita.

Longa Pergola, Sweet Waters The realm of princess Fenizia has in the Neapolitan text the same name of the realm where Candleaurum was born: Longa Pergola. It is just one of the incongruities of the masterpiece by Basile; the Cunto de li cunti was published after the death of his Author, who could not do a definitive revision. J. E. Taylor remedies this incongruity renaming the realm of Fenizia Clear-Water, while we choose Sweet Waters to diversify it from the spring that Candleaurum leaves to his friend Fonzo, so that he could know from the clearness of its waters the course of his life.














Pagina online dal 13 aprile 2014
Ultima revisione:5 ottobre 2018