HOME PAGE
PUBBLICAZIONI
INCONTRI BIBLIOSITOGRAFIA SCUOLA
CV
E-MAIL
ADALINDA GASPARINI              PSICOANALISI E FAVOLE


FAVOLE LATINE E ITALIANE ANTICHE, SCELTE, TRASCRITTE, TRADOTTE, ANNOTATE DA ADALINDA GASPARINI
FAVOLE LATINE
SECOLI I-V D.C.
FAVOLE ITALIANE
MEDIEVALI
LE PRIME FAVOLE
STAMPATE AL MONDO DA
LE PIACEVOLI NOTTI (SEC. XVI)
FAVOLE DALLA PRIMA RACCOLTA STAMPATA NEL MONDO
LO CUNTO DE LI CUNTI (SEC. XVII)
Cura
dalle Favole di Igino, I sec.
Le lacrime di Mirra
dalle Metamorfosi di Ovidio, I sec.
Perseo e Medusa
dalle Metamorfosi di Ovidio, I sec.
La favola di Amore e Psiche
dall'Asino d'oro di Apuleio, II sec.
Il romanzo di Apollonio re di Tiro,
V sec.

Il mirabile libro di geografia
di Al Idris e Re Ruggiero (XI sec.)
Genealogie deorum gentilium
 di Giovanni Boccaccio (XIV sec.)
San Miniato decollato patrono di Firenze
nelle storie dipinte e scritte
dal XIV al XX secolo
Come Costantino imperatore guarì dalla lebbra e donò Roma alla Chiesa
Dal Pecorone di Ser Giovanni (1378)
e dal ciclo pittorico romano del XIII secolo

English Version:
The Leprosy of Costantine the Great
Margherita di Antiochia
santa, martire ammazzadraghi
Dalla Legenda Aurea di Jacopo da Varagine e da altre leggende del sec. XIII
Martiri e spose sante 1
Martiri e spose sante
2
Galleria virtuale visitabile PP-ASAP
Il ladro matricolato
I notte, favola 2, versione italiana
Doralice I, 4
versione italiana
Re porco II, 1
versione italiana
Pietropazzo
III, 1, versioni italiana e inglese
Biancabella e la biscia sua sorella
III, 3, versione originale
Fortunio, il torneo e la sirena
III, 4, originale
L'Augel Belverde
IV, 3, versione italiana e inglese
Flamminio senza paura
IV, 5, con testo originale,
traduzioni italiana per bambini e inglese
L'omo selvatico V, 1
versione originale,
con traduzione italiana e inglese
La Poavola V, 2
originale
con traduzione italiana per bambini
Isabella e Teodosio VII, 1
versione originale con traduzione inglese
Malgherita Spolatina VII, 2
versione originale con traduzione inglese
La Bella Prigioniera VII, 5
versione originale,
con traduzione italiana e inglese
Il rubino meraviglioso VIII, 5
versioni italiana per bambini e inglese
La Gatta fatata IX, 1
originale, versioni italiana e inglese
Brancaleone X, 2
originale, versioni italiana e inglese
Cannetella
I giornata, intrattenimento 3,
originale con versione italiana
Issa faloro I, 2
versione italiana di Peruonto
Lo polece I, 5
originale con versione italiana a fronte
Prezzemolina II, 1
versione italiana di Petrosinella
Violetta II, 3
versione italiana di Viola
Il serpente II, 5
versione italiana de Lo serpe
L'orsa II, 6
versione italiana de L'orza
Penta mano-mozza III, 2
vers. italiana de La Penta mano-mozza
O bianco viso III, 3
originale con versione italiana a fronte
La gatta Cennerentola  III, 4
originale con versione italiana e bolognese
Cenerentola III, 4
versione it. de La gatta Cennerentola)
Lo scarafone, lo sorece e lo grillo III, 3 originale con versione italiana a fronte
Lo scarafaggio, il topo e il grillo III, 3
versione italiana per bambini
La foresta d'agli  III, 6
versione italiana de La serva d'aglie
I tre re animali  IV, 3 versioni
italiana e inglese de Li tre ri animale
Li sette palommielle IV, 8
originale con versione italiana a fronte
I sette colombini IV, 8
versione it. de Li sette palommielle
Panepinto V, 3
versione italiana di Pinto Smauto
Mio bel bambino V, 4
versione italiana de Lo turzo d'oro
Sole, Luna e Talia V, 5
versione italiana per bambini
Sole, Luna e Italia V, 5
originale con versione italiana a fronte
La principessa di Vallepelosa
Storia Cornice, I, 1 e V, 10
con  I tre cedri V, 9
versione napoletana, italiana, inglese


FAVOLE LATINE DEI SECOLI I-V
 (PP-ASAP)





FAVOLE ITALIANE MEDIEVALI
(PP-ASAP)






LE PRIME FAVOLE DEL MONDO ITALIANE RINASCIMENTALI


GIOVAN FRANCESCO STRAPAROLA
LE PIACEVOLI NOTTI
VENEZIA 1551-1553


Nelle Piacevoli notti le fiabe vennero per la prima volta alla luce della carta stampata. La raccolta, considerata come una delle tante imitazioni del Decameron, ebbe un grande successo di pubblico nel XVI e nel XVII secolo, con numerose edizioni e traduzioni in varie lingue europee. Giambattista Basile meno di un secolo dopo trasse alcuni dei suoi cunti da questa raccolta. Dando per primo cittadinanza a storie non realistiche, con motivi meravigliosi e magici già presenti nei romanzi greco-latini, alessandrini e bizantini, e probabilmente diffusi oralmente, Straparola ci fornisce la prima versione a stampa del Gatto con gli stivali (qui La Gatta fatata), quella dello sposo animale che solo dopo molte prove superate dalla sua sposa tornerà umano e sovrano (Re porco), la storia dell'attante privo di qualsiasi paura, che viaggia impavido fino a che non la sperimenta (Giovannin cercò la morte o Flamminio senza paura), che apre le Fiabe italiane di Calvino e che fu la prima fiaba dei Grimm tradotta in carcere da Antonio Gramsci (Storia di uno, Giovannin senza paura che partì di casa per imparare cos'è la pelle d'oca). Si veda anche in Doralice l'antenata di Pelle d'Asino, più cupa e dolorosa.
L'esistenza di Giovan Francesco Straparola è attestata dal canzoniere petrarchesco del 1508, Opera nova de Zoan Francesco Straparola, al quale segue, nel 1551, il primo volume delle Piacevoli notti. Si è ipotizzato che si tratti di un dignitario della Serenissima, che si diletta di poesia in età giovanile, per dedicarsi successivamente a incarichi pubblici e tornare dopo quasi quarant'anni alla letteratura. Se l'ironico pseudonimo (stra-parola) avesse nascosto un personaggio pubblico vissuto a lungo nel Vicino Oriente con qualche incarico politico o commerciale, potremmo ipotizzare che il letterato non di professione vi avesse conosciuto la grande favolistica araba.
Come avrebbe fatto Françoise Galland centocinquant'anni dopo con Le mille e una notte, Straparola potrebbe aver fatto tesoro di questa esperienza orientale per introdurre le favole fra le novelle realistiche peìresenti nel Decameron e nelle sue numerosissime imitazioni. In questo senso ci piacerebbe accogliere la suggestione per la quale lo stesso personaggio avrebbe tradotto e rimaneggiato con libertà e spirito innovativo storie sapienziali arabe e persiane: come Cristoforo Armeno avrebbe dato alle stampe il Peregrinaggio di tre giovani figliuoli del re di Serendippo. Si tratta della prima versione europea di un capolavoro sapienziale della letteratura persiana (Gli otto paradisi di Amir Khusrau da Delhi, secc. XIII-XIV), e di un libro che ha avuto grande fortuna di pubblico. Traduttore in inglese dell'opera veneziana, sir Horace Walpole partiva da Serendippo (nome di Ceylon, oggi Sri-Lanka) per coniare il termine serendipity, riferito al modo di ricercare dei tre protagonisti dell'epoca, anticipatore del metodo abduttivo delle detective stories.
Quel che in questo ambito ci sta a cuore è sottolineare come uno spirito innovativo, appartenente all'ambiente veneziano, ricchissimo di scambi fecondi con l'Oriente (tanto quanto  la Francia del Re Sole, dove iniziò l'avventura europea di Shahrazàd e dei suoi racconti notturni) potrebbe aver aperto l'esplicito scambio letterario fra Europa e Medio Oriente, fra mondo cristiano e arabo. In questo quadro il canone letterario esplode come una gemma, e nascono o rinascono nuovi generi: fra le novelle realistiche, le magiche fiabe, e storie sapienziali e meravigliose che a loro volta generano i racconti di E. A. Poe col primo detective moderno, il Cavalier C. Auguste Dupin, antenato di una lunga serie di ricercatori indipendenti dallo Stato che usano lo stesso metodo abduttivo dei protagonsiti del citato Peregrinaggio dei tre giovani figliuoli del re di Serendippo.
Dopo aver attinto a molte vene culturali, Straparola pubblica le fiabe nelle Piacevoli notti, e dà idealmente la mano a Giambattista Basile: entrambi la tendono, fra gli altri, a Charles Perrault in Francia e ai Fratelli Grimm in Germania, e dalle loro mani e dalla loro scrittura le fiabe tornano nella tradizione orale, e da questa alle grandi raccolte di fine Ottocento, in un movimento incessante, che ricorda quel gioco dell'immaginazione che cerca di sopportare la realtà anche quando appare indigesta, che sperando un utopico lieto fine procede dove il cammino sembrerebbe impossibile, che ciascuno di noi conosce fra speranza e disperazione, fra sogno e veglia e fantasticheria e progetto.

Prima edizione: Venezia, Comin da Trino 1551-1553 -Edizione cartacea a cura di Donato Pirovano; Roma: Salerno Editrice, 2 voll. pp. 877
Edizione online: Intra Text CT; http://www.intratext.com/IXT/ITA2969/_INDEX.HTM; ultimo accesso: 24 maggio 2012.
I titoli di questa sezione sono stati scelti da chi scrive, dato che nelle Piacevoli notti i racconti non hanno alcun titolo. Si indica col numero romano la notte, seguito dal numero della favola.

LA PRIMA RACCOLTA DI FIABE DEL MONDO ITALIANA BAROCCA

GIAMBATTISTA BASILE
LO CUNTO DE LI CUNTI
O PENTAMERONE
NAPOLI 1634-1636
(PP-ASAP)



PP-ASAP   Prima Possibile - As Soon As Possible











Online dal 3 maggio 2012
Ultimo aggiornamento 12 ottobre 2018